A Wimbledon per la prima volta ai quarti di finale ben tre italiani: Sinner, Paolini e Musetti

Anche Lorenzo Musetti raggiunge Jannik Sinner e Jasmine Paolini: è la prima volta dal 1948 che tre italiani arrivano ai quarti di finale in uno Slam nel singolare.

La vittoria di oggi di Lorenzo Musetti porta a quota tre gli azzurri ai quarti di Wimbledon, rendendo ancora più grande la portata dell’impresa del tennis italiano. Jannik Sinner e Jasmine Paolini avevano già scritto una pagina di storia per l’Italia del tennis in questa 137ª edizione di Wimbledon conquistando l’accesso tra i migliori otto. È la prima volta nell’era Open che tre tennisti italiani raggiungono i quarti di finale nello stesso Slam. Per ritrovare tre italiani ai quarti di finale nella stessa edizione sia al maschile sia al femminile, bisogna tornare al Roland Garros del 1948. È questo l’unico precedente nella storia del tennis italiano che vide protagonisti Marcello Del Bello, Gianni Cucelli e Annelies Bossi. Tutti e tre conclusero in quel turno il percorso sulla terra rossa francese, quest’anno ci sono speranze maggiori di vedere avanzare in semifinale almeno uno dei magnifici tre fra Sinner, Musetti e Paolini, ognuno di loro testa di serie del torneo. Storico risultato anche al maschile, dato che per la prima volta a Wimbledon due azzurri entrano tra i primi otto. L’attuale numero 1 al mondo raggiunge questo traguardo sull’erba dell’All England Club per il terzo anno consecutivo, mentre per Lorenzo Musetti si tratta di una prima volta in carriera ai quarti di un grande appuntamento.