Addio Schnellinger: Protagonista di Italia-Germania 4-3, ha vinto tutto col Milan

Il tedesco giocò nel Milan dal 1965 al 1974 vincendo di tutto. Ha indossato anche le maglie di Roma e Mantova. Malato da tempo, si è spento al San Raffaele.

È lutto nel mondo del calcio: è morto Karl-Heinz Schnellinger, ex giocatore della Germania Ovest degli anni Sessanta e Settanta. Malato da tempo, l’85enne campione tedesco è deceduto a Milano dove risiedeva. Nel capoluogo meneghino ha vissuto i momenti più importanti della sua carriera indossando la maglia rossonera dal 1965 al 1974. Con il Diavolo ha vinto uno scudetto, tre Coppe Italia, due Coppe delle Coppe, una Coppa dei Campioni e una Coppa Intercontinentale. Iniziata la carriera nel Colonia, venne acquistato nel 1963 dalla Roma che lo mandò in prestito al Mantova richiamandolo nella Capitale la stagione seguente. Un solo campionato in giallorosso prima del passaggio al Milan e il ritorno in patria, dove ha chiuso la carriera giocando al TeBe Berlino nella stagione 1974-75. Ricordato soprattutto per il gol dell’1-1 realizzato al 90′ nella semifinale della Coppa del Mondo del 1970 a Città del Messico proprio contro l’Italia, la sua rete regalò ai tedeschi i supplementari di quella che è stata definita la Partita del Secolo nonché uno degli incontri più belli della storia del calcio: il match finì 4-3 per gli azzurri che evitarono i rigori ma poi persero in finale contro il Brasile (4-1).