Bbrevi #40 – Federer… fuori da Wimbledon

Bbrevi #40 – Federer... fuori da Wimbledon

L’imperdibile racconto di Roger Federer, lasciato fuori dai cancelli di Wimbledon. In più: il meglio dell’atletica leggera e la lezione di Szczesny. Bbrevi, una settimana di sport con Bgame News

Non importa quante volte tu possa aver vinto Wimbledon: se trovi un’addetta alla sicurezza che sa il fatto suo, non sarà facile fare ingresso all’interno del club. Ecco l’imperdibile racconto di Roger Federer, lasciato fuori dai cancelli del circolo londinese.

(via La Repubblica)

Atletica leggera, i premi come Atleta dell’anno

Settimana di premiazioni nel mondo dell’atletica leggera: lo svedese Duplantis, recordman del salto con l’asta, è stato nominato atleta dell’anno tra gli uomini, mentre tra le donne ha trionfato la statunitense Sydney McLaughlin-Levrone, autrice del record del mondo nei 400 ostacoli, che gli è valso anche il titolo mondiale.

Embed from Getty Images

Miglior allenatore è stato eletto l’ucraino Gennadii Zuiev, che ha aiutato il proprio allievo Andriy Protsenko ad allenarsi in patria anche nel difficile periodo di occupazione russa, portandolo a conquistare il podio nel salto in alto sia agli Europei che ai Mondiali.

Mondiali Qatar, Szczesny consola il figlioletto deluso

E veniamo ai Mondiali di calcio in Qatar, dove, dopo le innumerevoli sorprese nei gironi, il campo ha ristabilito le gerarchie tradizionali, portando alla qualificazione ai quarti di finale sette favorite su otto. Unica outsider il Marocco, che ha fatto fuori la Spagna di Luis Enrique ai rigori, comportando l’esonero del tecnico iberico.

Tra tutte le immagini degli ottavi di finale, scegliamo la più tenera: quella che ritrae il portiere della Polonia, Wojciech Szczesny, consolare suo figlio dopo la sconfitta con la Francia che è costata l’eliminazione della sua Nazionale. “Torno a casa orgoglioso della nostra squadra”, ha dichiarato poi il giocatore, “Grazie mille a tutti i tifosi, ma soprattutto a mia moglie Marina e mio figlio Liam, che oggi ha capito che si può perdere con orgoglio e onore”.

Marco Sicolo – Bgame News