Bellingham riceve il Golden Boy 2023. Premiati anche Gatti e Scalvini

Nel corso della cerimonia del Golden Boy 2023, Bellingham ha ricevuto il premio più importante che lo ha decretato protagonista del 2023: anche Gatti e Scalvini hanno ricevuto un riconoscimento importante.

Una serata di grande calcio internazionale quella di ieri sera a Torino in cui è stato assegnato il premio di Golden Boy. Tanti riconoscimenti e ospiti su un palcoscenico che ha visto Jude Bellingham trionfare come Absolute Best e Golden Boy Web, il massimo riconoscimento che indica l’inglese come il protagonista indiscusso di questo 2023. Ecco qualche dichiarazione del giocatore: “Sono emozionato nel ricevere questo premio, sono stato molto fortunato nella mia carriera, incontrando giocatori che mi hanno fatto crescere e da cui ho imparato tanto. Per me conta giocare nel Real Madrid, il miglior club del mondo. È una grande responsabilità essere un modello per i più giovani”.  Altri riconoscimenti, altrettanto importanti, sono stati assegnati anche a diversi italiani. La targa Scirea Fair Play, infatti, non si allontana da Torino e finisce nelle mani di Federico Gatti, premiato per il suo comportamento sul campo. Il riconoscimento, consegnato direttamente dal figlio della leggenda Gaetano ha fatto emozionare anche il giocatore della Juventus: Queste le sue parole: “Per me Gaetano Scirea è la storia, per sempre. Per la mia di storia invece cito Ed Sheeran “si impara tutto dal fallimento”, da lì si impara tutto”. Federico Gatti non è certamente l’unico italiano premiato, anzi. Il riconoscimento di Best Italian 2023 è finito nelle mani di Giorgio Scalvini, giocatore che attualmente è alle prese con la sfida tra il Torino e la sua Atalanta. A fare le veci del giovane difensore atalantino è Luca Percassi, ad del club bergamasco: “Giorgio è un ragazzo straordinario, ha fatto più di 70 partite con la prima squadra. Abbiamo seguito l’esempio della Juventus, partita prima di tutti sulle seconde squadre, e abbiamo seguito il suo progetto che ci sta dando soddisfazioni. Ringrazio la famiglia e gli agenti di Giorgio. Se Scalvini è dove è oggi è anche merito loro“. L’ evento del Golden Boy è importante non solo per premiare i giovani talenti, ma ingloba tutto l’emisfero calcistico, passando anche dai dirigenti, come nel caso del premio “Greatest challenge of the Year” assegnato al direttore sportivo della Juventus Cristiano Giuntoli, che è ritornato ovviamente a parlare dello scudetto del Napoli dello scorso anno: “De Laurentiis ha avuto grande pazienza con me e lo ringrazio. Ci siamo tolti un’enorme soddisfazione. Io mi sento uno dei principali attori ma è stata la vittoria di un gruppo di lavoro venuto da lontano”.

Riconoscimento editoriale: Marta Fernandez Jimenez / Shutterstock.com