Brasile-Argentina, finisce in rissa e la polizia picchia i tifosi

I giocatori attoniti e increduli su ciò che è avvenuto sugli spalti, tra tifosi insanguinati e cariche delle forze dell’ordine.

Violenti scontri allo stadio Maracaná di Rio de Janeiro, dove si stava disputando la partita tra Brasile e Argentina (0-1) per le qualificazioni ai Mondiali del 2026. La partita è iniziata con quasi mezz’ora di ritardo a causa di gravi incidenti sugli spalti. I disordini sono iniziati mentre suonavano gli inni nazionali e in un settore occupato dai 3.000 ultras argentini sono scoppiate risse con i tifosi brasiliani. La polizia è quindi dovuta intervenire con la forza per fermare il caos. In alcuni video postati sui canali social, si vedono tifosi a terra sanguinanti, il tutto a pochi metri dal terreno di gioco. E, nello stesso filmato, si vede anche Messi che assiste attonito e incredulo a quanto sta accadendo davanti ai suoi occhi.

 

Riconoscimento editoriale: Andre_MA / Shutterstock.com