È morto Beckenbauer: aveva 78 anni. Tutto il mondo del calcio in lutto

A comunicare la sua scomparsa è stata la famiglia. Addio all’ex capitano, allenatore, dirigente e presidente del Bayern Monaco.

Franz Beckenbauer è morto. Il leggendario calciatore tedesco è spirato ieri, come ha comunicato oggi la famiglia. Già giorni fa la preoccupazione era tanta in Germania per le sue condizioni, con il fratello Walter che aveva rilasciato delle dichiarazioni che non facevano purtroppo ben sperare. Oggi l’annuncio della sua scomparsa a 78 anni. Una leggendaria carriera la sua: ha vinto quattro Bundesliga e tre Coppe dei Campioni di fila tra il 1974 e il 1976 con la maglia del Bayern Monaco e un altro campionato tedesco con quella dell’Amburgo. Invece con la Nazionale tedesca ha trionfato agli Europei del 1972 e ai Mondiali del 1974. Conquistò il Pallone d’Oro in due occasioni: nel 1972 e nel 1976. Concluse la sua carriera in America, nel 1983, ai New York Cosmos. Dopo essersi ritirato dal calcio giocato, Beckenbauer ha intrapreso la carriera da allenatore, guidando la Germania Ovest, l’Olympique Marsiglia e il Bayern Monaco, conquistando una Bundesliga nel1994 e una Coppa UEFA nel 1996. Da ct ha guidato la Germania alla conquista dei Mondiali del 1990 in Italia, battendo l’Argentina di Maradona in finale. Insieme a Mário Zagallo e Didier Deschamps, è una delle sole tre persone ad aver vinto la Coppa del Mondo da giocatore e da allenatore. Nel 2009 è diventato presidente onorario del Bayern Monaco.

Riconoscimento editoriale: Anton_Ivanov / Shutterstock.com