Masters 1000 di Miami: Sinner batte Rublev e passa ai quarti di finale

Jannik Sinner, con una performance di livello altissimo, non lascia scampo al russo Andrey Rublev ed entra per la terza volta in carriera nei quarti di finale del Masters 1000 di Miami.


Una partita perfetta. Jannik Sinner, reduce dalla semifinale di Indian Wells Masters 1000 conclusasi pochi giorni fa, sta alzando l’asticella anche a Miami e segna in maniera nettissima 6-2 6-4 contro Andrey Rublev, approdando ai quarti sotto il sole dei Gardens . Eccezionale il controllo dell’incontro da parte dell’altoatesino, che ha eliminato il numero 7 del mondo con una precisione quasi chirurgica. Insieme a servizi sempre più solidi (8 ace e 86% di win rate al primo colpo), Sinner ha fatto la differenza nei giri di risposta, colpendo con un tiro potente. Il rovescio è stato profondo e ha messo in ansia il russo. Per Jannik si tratta della vittoria numero 19 in stagione, a fronte di sole 4 sconfitte.

CRONACA DEL MATCH

Il primo set è stato quasi perfetto per Sinner, che ha dominato Rublev in tutti gli aspetti del gioco. Dopo alcune giocate, Jannik ha preso il ritmo con due delle sue specialità della casa: rovescio e palla corta. Il russo prova a fermare il treno di San Candido, ma tutti i suoi sforzi sono vani. Nel game è arrivato il doppio break, il 32° minuto si è chiuso con il punteggio di 6-2. I dati per Sinner sono impressionanti: 16 con solo 3 errori.

Nella seconda parte ci sono un po’ più di battaglie, ma non durano a lungo. Rublev è partito a tutta velocità e ha “stabilito” il ritmo del match, ma Sinner lo ha seguito e non ne ha risentito molto. In gara sette, risoluzione cartellino giallo: Jannik ha reagito bene da entrambe le parti e ha mandato in crisi il russo, che per la terza volta ha perso il servizio del match. Da allora il punteggio è normale: 6-2, 6-4 in un’ora e 11 minuti di gioco.

Riconoscimento editoriale: Steven Hodel / Shutterstock.com

Alessandro Rizzuto – Bgame News