Milan: Sesko potrebbe essere l’acquisto più costoso della storia rossonera. Ecco i dettagli

Il Diavolo prova ad agguantare il prossimo numero 9: secondo indiscrezioni i rossoneri sarebbero già in trattativa con il Lipsia che chiede ben 50 milioni.

Quello di Benjamin Sesko sarà, anzi è già, uno dei nomi più caldi del calciomercato estivo. L’attaccante classe 2003 sta concludendo una stagione favolosa con la maglia del Lipsia: 16 gol in 40 presenze in tutte le competizioni e tra le squadre più interessate c’è il Chelsea. Anzi, gli inglesi sono gli unici che hanno imbastito, finora, una trattativa concreta. Il Lipsia ha fissato la sua clausola rescissoria sui 55 milioni di euro, ma dopo questa grande stagione il suo valore potrebbe arrivare fino a 70 milioni. L’attaccante avrà anche la possibilità di mettersi in mostra in estate durante l’Europeo. Ma oltre al Chelsea, c’è anche il Milan interessato al giocatore del momento. Uno dei principali cambiamenti all’interno della rosa del Milan, infatti, riguarderà l’attacco e nello specifico la necessità di sostituire Olivier Giroud. Si cerca il centravanti del futuro, dunque, un elemento che possa però già vestire i panni del titolare e sono tante ormai le indiscrezioni che si sbilanciano in modo deciso sul nome di Benjamin Sesko, classe 2003 sloveno in forza al Lipsia. È possibile che il Milan affondi il colpo su Sesko ancor prima di avere l’accordo col tecnico che sostituirà Pioli, un investimento dunque da fare a prescindere, trattandosi di un attaccante giovane ma già in grado di lasciare il segno nella sua prima esperienza in uno dei principali campionati europei. Il Milan lo seguiva già prima dell’approdo in Bundes, quando giocava nel Salisburgo con Okafor. Sappiamo però che la clausola per liberare lo sloveno dal Lipsia non è infatti di poco conto, è di circa 50 milioni di euro, ma è anche vero che – in chiave rossonera – quella della prima punta sarà una priorità assoluta del prossimo mercato, senza dunque poter procedere a scelte al risparmio (anche gli altri profili considerati, come Zirkzee e Gimenez, costano cari). Anche se il Milan dovesse riusicre a spendere meno della cifra stabilita dalla clausola appare verosimile, se non scontato, che l’investimento sarà il più importante (in termini economici) nella storia rossonera: il club vuole giocare d’anticipo per evitare aste e per scongiurare un’ulteriore crescita della valutazione.