Playoff e qualificazioni, una settimana mondiale

Playoff Qatar 2022 - Bgame News

Mentre in Europa si decidono gli ultimi tre posti utili con i play off, nel resto del mondo si chiudono i gironi di qualificazione per i Mondiali in Qatar 2022

È arrivata l’ora della resa dei conti, in Europa e nel resto del mondo. Con i playoff europei e gli ultimi turni di qualificazione negli altri continenti, sta per completarsi la griglia delle 32 partecipanti ai Mondiali di calcio in Qatar.

Ovviamente, tutta l’attenzione degli italiani è rivolta al girone di spareggio che comprende la nostra nazionale e le rappresentative di Macedonia del Nord, Turchia e Portogallo.

L’Italia di Mancini affronterà la Macedonia del Nord giovedì sera (diretta Rai Uno 20: 45) allo stadio Barbera di Palermo; la vincente si giocherà un posto ai Mondiali nell’incontro di martedì prossimo, da disputarsi in casa della vincente dell’altra semifinale, quella tra il Portogallo di Cristiano Ronaldo e la Turchia.

Embed from Getty Images

Playoff Mondiali, Polonia già in finale – Qatar 2022

Quello dell’Italia è solo uno dei tre gironi di playoff europei. In uno degli altri gironi, la Polonia è già in finale, per effetto della sospensione della Russia dalla manifestazione, e affronterà la vincente della semifinale tra la Svezia di Ibrahimovic, giustiziera dell’Italia nelle ultime qualificazioni del 2017, e la Repubblica Ceca.

La vincente dello scontro tra Galles ed Austria, invece, dovrà attendere che si recuperi la partita tra Scozia e Ucraina, rinviata a giugno per la nota situazione di crisi internazionale.

Già qualificate ai Mondiali, in virtù del primo posto ottenuto nei gironi di qualificazione, sono: Belgio, Croazia, Inghilterra, Danimarca, Francia, Germania, Olanda, Serbia, Svizzera e Spagna.

Sudamerica, il clou è Uruguay-Perù

Nel girone di qualificazione sudamericano, Uruguay, Perù e Cile si giocano l’ultimo posto di qualificazione diretta ai Mondiali, mentre Brasile e Argentina sono già matematicamente qualificate e l’Ecuador sembra ormai essersi assicurato un posto tra le prime quattro. Qualche speranza di inserirsi nella lotta almeno per il quinto posto (che darebbe diritto a disputare lo spareggio contro una squadra asiatica) residua anche per la Colombia.

Match di cartello allo stadio del Centenario di Montevideo, nella notte tra giovedì e venerdì, tra l’Uruguay e il Perù di Gianluca Lapadula, che attualmente occupano la quarta e quinta posizione del girone.

Embed from Getty Images

Il Canada è la grande sorpresa delle qualificazioni a Qatar 2022

Grande incertezza anche nella zona nord-centroamericana, dove il sorprendente Canada ha già un piede e mezzo in Qatar, mentre Stati Uniti e Messico appaiono favoriti su Costa Rica e Panama per avere accesso diretto alla fase finale del Mondiale. Il clou giovedì, con gli USA attesi nella tana dello stadio Azteca di Città del Messico: chi perde, rischia grosso.

Prime tre direttamente al mondiale, la quarta si gioca lo spareggio contro la squadra vincente della zona Oceania, dove la Nuova Zelanda appare come al solito favorita (l’Australia è da anni inserita nel gruppo di qualificazione asiatico).

Grande bagarre in Asia con l’Australia

In Asia sono già sicure della qualificazione Iran e Corea del Sud, mentre Arabia Saudita, Giappone e Australia sono in lizza per i restanti due posti di qualificazione diretta. La terza tra queste se la vedrà, probabilmente, con gli Emirati Arabi Uniti per decidere chi andrà a sfidare la quinta sudamericana.

Qualificazioni zona Africa, la rivincita tra Senegal ed Egitto

Infine, grande spettacolo anche in Africa, dove da cinque scontri diretti, con gare di andata e ritorno, usciranno le cinque partecipanti africane a Qatar 2022. Tra tutte le sfide, spicca la rivincita della finale di Coppa d’Africa tra il Senegal di Mané e l’Egitto di Momo Salah. Le altre sfide vedono opposte Camerun-Algeria, Mali-Tunisia, Ghana-Nigeria e Repubblica Democratica del Congo-Marocco.

Al termine degli spareggi, si terrà il sorteggio degli otto gironi della fase finale del mondiale, dove l’Italia, in caso di qualificazione, sarebbe testa di serie in virtù del suo ranking Fifa. Appuntamento a Doha il 1° aprile: vediamo di non fare scherzi.

Marco Sicolo – Bgame News