Sinner entra nella storia: rimonta Medvedev e vince l’Australian Open 2024

L’azzurro supera il russo al quinto set e riporta l’Italia in trionfo in un torneo del Grande Slam 48 anni dopo Adriano Panatta.

Jannik Sinner è entrato nella storia: supera Daniil Medvedev in 5 set nella finale dell’Australian Open 2024 e conquista il suo primo Slam in carriera. Un’impresa storica per Jannik, che diventa il terzo azzurro a trionfare in uno dei quattro tornei più importanti al mondo in campo maschile, interrompendo un blocco che durava da 48 anni (cioè dal successo di Panatta al Roland Garros del ’76). La vittoria arriva dopo una rimonta epica, da 0-2 a 3-2. Jannik scrive un capitolo fondamentale nella storia del tennis e, più in generale, dello sport italiano, spezzando una maledizione che durava da quasi mezzo secolo. Lo fa al termine di una finale lunghissima, quasi 4 ore, e molto sofferta, che lo vede a un passo dal tracollo, ma poi capace di rialzarsi, ritrovare nuova energia fino a riuscire ad avere la meglio su un avversario ormai sfinito. Ora Jannik si godrà pochi giorni di riposo e poi di nuovo calendario pieno d’impegni. Due tornei indoor lo aspettano sul veloce europeo: l’ATP 250 di Marsiglia e l’ATP 500 di Rotterdam, in programma rispettivamente dal 5 febbraio e dal 12 febbraio. Pochi giorni di relax, insomma, per Jannik, che dovrà ricaricare le pile dopo un’impresa così grande. A marzo, invece, l’azzurro volerà negli Stati Uniti per l’inizio della stagione dei Masters 1000 con Indian Wells (6 marzo) e Miami (20 marzo).